HOME / Formazione di base: la scuola / piano di studi / grafologia comparata

Grafologia
Comparata

Claudia Dander (14 ore)

Il corso si propone di confrontare le intuizioni morettiane con quelle di altri capiscuola o importanti autori di riferimento e di introdurre alcuni contributi di metodologie estere che possono arricchire e integrare il sistema morettiano


Programma del corso:

- Il tratto (la “sostanza” di Pophal e la “materia prima psichica” di Gille-Maisani)
- Le specie che riguardano la qualità del tratto (Crepiux Jamin)
- Gli elementi attivi e passivi (Hégar)
- I gradi di tensione (Pophal)
- Movimento, spazio, forma (Heiss, Müller Enskat)


Bibliografia di riferimento:

- U. Avé-Lallemant, Graphologie des Jugendlichen BdII - Eine dynamische Graphologie,
Ernst Reinhardt, München 1988
- N. Boille, Il gesto grafico creativo, Ed. Borla, Roma, 1998
- E. Dosch, Graphologie des Striches, Eigenverlag, Jona, 2004
- L. Massi, Tensione e grafologia, AIPAC 2004
- W.H. Müller, A. Enskat, Diagnostica grafologica, Ed. Messaggero, Padova, 1995
- J. Peugeot, A. Lombard, M. de Noblens, Manuale di grafologia, Masson, Milano, Parigi, Barcellona, Bonn 1992